Tribunale di Pisa: a beneficiare della L.3/12 una signora che ha contratto debiti di natura esclusivamente bancaria

Il Giudice ha aperto la procedura liquidatoria escludendo mobili e auto.

Un altro successo dello studio Pagano & Partners ottenuto questa volta avanti al Tribunale di Pisa.

Debiti accumulatisi negli anni, per oltre € 130.000,00 a seguito della stipula di un mutuo per l’acquisto e la ristrutturazione della prima casa, della quale era garante la madre della cliente che con la pensione, fino al momento della morte, contribuiva al pagamento delle rate.

La cliente – dipendente con un contratto a tempo indeterminato – ha messo a disposizione dei creditori tutti i suoi beni immobili (abitazione e terreni) e una provvista liquida mensile di € 250,00 per un periodo minimo di 4 anni

Esclusi dalla liquidazione i beni privi di valore come il mobilio della casa, in quanto privi di commerciabilità e costituenti beni funzionali al sostentamento e al decoro familiare e l’automobile, necessaria alla cliente per gli spostamenti quotidiani.